BIP sceglie TAP e Rally Plus di Logitech per l’adozione di Microsoft Teams Room

PASSA AL CONTENUTO PRINCIPALE
Pangea temporary hotfixes here
AFVBY

Fondata in Italia nel 2003, BIP è oggi una delle principali società multinazionali di consulenza, presente in 13 Paesi nel mondo, che impiega oltre 4.000 persone a livello globale. I suoi professionisti offrono servizi di Management Consulting e Business Integration, supportando le aziende nei processi di ricerca e adozione di soluzioni tecnologiche dirompenti.

SETTORE

Consulting and Professional Services

SOLUZIONI

Rally Plus, TAP, Meetup, TAP Scheduler, Teams

SEDE

HQ in Italia, Milano

Altre sedi: EMEA, Nord America, Sud America

PARTNER

Microsoft

SITO WEB

4000+

Dipendenti in tutto il mondo

 Risparmio di ore di supporto tecnico

aumento della soddisfazione degli utenti

Panoramica

Obiettivo dell’azienda era quello di costruire un modern workplace in ottica di arredo, e di visione di insieme, ma anche di fruizione delle soluzioni tecnologiche che dovevano collimare con la nuova tendenza della user experience per rispondere alle esigenze di facilità, accessibilità e qualità di nuovi strumenti digitali. Il passaggio dall’uso di Skype for Business a Microsoft Teams ha dato a BIP l’opportunità di rivisitare l’intero progetto di collaborazione video dell’azienda, spinta dalla necessità di trovare un prodotto che fosse soprattutto versatile. Nel processo di scelta delle soluzioni disponibili sul mercato BIP aveva ben chiaro quali fossero i requisiti fondamentali che avrebbero orientato la decisione: qualità audio, semplicità di utilizzo, configurazione e mantenimento, analytics e design.

La qualità audio dei prodotti è uno degli aspetti che è stato preso in maggior considerazione. Anche prima della pandemia BIP, essendo un’azienda di consulenza, sperimentava la modalità del lavoro ibrido e del lavoro da remoto. Le persone si sono abituate ad usare le cuffie e c’era dunque la necessità di continuare a mantenere alta la qualità dell’ascolto senza nessuna distorsione anche all’interno della sale riunioni. Il secondo fattore era legato alla semplicità di utilizzo, configurazione e di mantenimento della soluzione: doveva essere facile da usare da parte dell’utente e con un’interfaccia molto simile tra mobile, laptop e sistemi di videoconferenza. Inoltre, il setup della soluzione doveva risultare semplice da eseguire anche da personale senza competenze tecniche specifiche.  Altro punto di attenzione è stato l’aspetto degli analytics, era necessario avere un software in grado di tenere sotto controllo le sale e di fare manutenzione proattiva e predittiva. Infine, il design che si integra armonicamente negli spazi nuovi con strutture scalabili e modulari, capaci di aumentare anche il comfort dell’ambiente di lavoro.

target icon

Sfida

Obiettivo dell’azienda era quello di costruire un modern workplace in ottica di arredo, e di visione di insieme, ma anche di fruizione delle soluzioni tecnologiche che dovevano collimare con la nuova tendenza della user experience per rispondere alle esigenze di facilità, accessibilità e qualità di nuovi strumenti digitali. Il passaggio dall’uso di Skype for Business a Microsoft Teams ha dato a BIP l’opportunità di rivisitare l’intero progetto di collaborazione video dell’azienda, spinta dalla necessità di trovare un prodotto che fosse soprattutto versatile. Nel processo di scelta delle soluzioni disponibili sul mercato BIP aveva ben chiaro quali fossero i requisiti fondamentali che avrebbero orientato la decisione: qualità audio, semplicità di utilizzo, configurazione e mantenimento, analytics e design.

La qualità audio dei prodotti è uno degli aspetti che è stato preso in maggior considerazione. Anche prima della pandemia BIP, essendo un’azienda di consulenza, sperimentava la modalità del lavoro ibrido e del lavoro da remoto. Le persone si sono abituate ad usare le cuffie e c’era dunque la necessità di continuare a mantenere alta la qualità dell’ascolto senza nessuna distorsione anche all’interno della sale riunioni. Il secondo fattore era legato alla semplicità di utilizzo, configurazione e di mantenimento della soluzione: doveva essere facile da usare da parte dell’utente e con un’interfaccia molto simile tra mobile, laptop e sistemi di videoconferenza. Inoltre, il setup della soluzione doveva risultare semplice da eseguire anche da personale senza competenze tecniche specifiche.  Altro punto di attenzione è stato l’aspetto degli analytics, era necessario avere un software in grado di tenere sotto controllo le sale e di fare manutenzione proattiva e predittiva. Infine, il design che si integra armonicamente negli spazi nuovi con strutture scalabili e modulari, capaci di aumentare anche il comfort dell’ambiente di lavoro.

light bulb icon

Soluzione

Dopo approfonditi test, il team di BIP ha trovato nelle soluzioni TAP e Rally Plus di Logitech la miglior combinazione che rispondesse alle esigenze, dando la possibilità di sfruttare tutte le funzionalità aggiuntive che la piattaforma Microsoft Teams dà, ossia non solo il momento della riunione come occasione di collaborazione, ma anche tutta la possibilità di costruire un lavoro asincrono sui contenuti che poi trova il suo plus nella collaborazione video. BIP ha particolarmente apprezzato alcune caratteristiche del kit Rally Plus, come il controller touch TAP che aiuta l’utente finale dando un’uniformità nell’esperienza, la semplicità d’ingresso nelle riunioni grazie alla funzionalità “click to join”, l’audio del microfono di qualità ottima con cattura omnidirezionale a 360 gradi. Di Rally Plus ha sorpreso la qualità eccellente della ripresa della camera. Per lo sviluppo dell’intero progetto, BIP si è avvalsa del supporto di due partner che, in stretta collaborazione, hanno giocato un ruolo fondamentale: Essedi per l’infrastruttura tecnologica e la progettazione audio video delle sale riunioni, e Progetto CRM per la parte di arredi e design.

In totale sono state allestite 15 sale riunioni.

chart icon

Risultati

Le soluzioni di Logitech sono risultate affidabili, ben funzionanti e particolarmente apprezzate dagli utenti. La facilità d’uso ha reso i colleghi dell’help desk autonomi nella gestione delle videoconferenze. Le SLA sono migliorate e le tecnologie si sono perfettamente integrate nel progetto di design pensato per le sale riunioni. BIP ha potuto anche evitare i sistemi di domotica sfruttando la tecnologia proattiva di RightSense di Logitech per l’automazione delle sale. Il team è riuscito a raggiungere l’obiettivo di gestire in autonomia il sistema di collaborazione video anche grazie alla piattaforma Sync che consente di monitorare e misurare i dispositivi video e le sale riunioni da remoto. Inoltre, in quanto scalabile, la soluzione applicata consente implementazioni future, preservando l’investimento fatto.Il progetto di Logitech ha risposto a pieno ai principi richiesti dall’azienda, ossia velocità, sostanza e qualità.

SUPPORTO

CONNETTITI