Articolo: Cinque punti chiave di HIMSS21

PASSA AL CONTENUTO PRINCIPALE
Pangea temporary hotfixes here
HMMSS21

Sebbene alla conferenza HIMSS21 siano stati trattati molti argomenti, un tema è emerso con particolare evidenza: la convergenza della pandemia e delle patologie croniche diffuse esistenti ha reso più che mai importante unificare il coinvolgimento dei pazienti con la gestione sanitaria della popolazione e le iniziative di sanità pubblica.

Dal momento che oggi i pazienti colpiti da malattie croniche vivono più a lungo e le persone iniziano a soffrire di tali patologie in età più giovane, il sistema sanitario globale non è mai stato così sotto pressione. In aggiunta, sono più numerosi i pazienti affetti da più di una malattia cronica.

Il messaggio emerso alla conferenza è che ormai tutti sono coinvolti nell’attività di erogazione di servizi sanitari al fine di affrontare queste sfide. Gli operatori sanitari chiedono ai pazienti di assumere un ruolo più proattivo nella propria gestione sanitaria. A loro volta, i pazienti chiedono agli operatori modalità intuitive e su richiesta per ottenere tale risultato.

L’obiettivo è ridefinire sostanzialmente l’erogazione di servizi sanitari e rendere la sanità più sostenibile ed equa in tutto il mondo.

Dall’esigenza generale di una trasformazione digitale all’adozione di strumenti specifici come l’assistenza sanitaria virtuale, ecco i cinque punti chiave secondo Logitech della conferenza HIMSS21, che mettono in evidenza la direzione intrapresa dal settore sanitario per risolvere questi problemi:

 

1. Trasformazione digitale

Un approccio digitale per i sistemi sanitari è essenziale al fine di mettere al primo posto i pazienti nel complesso contesto estremamente dinamico in cui viviamo. Un’esperienza migliore per i pazienti determina maggiori livelli di coinvolgimento degli stessi. Stabilire livelli più elevati di coinvolgimento dei pazienti è fondamentale per affrontare le numerosissime sfide che il sistema sanitario ha attualmente di fronte a sé.

Per avere un approccio digitale, i sistemi sanitari stanno sempre più consolidando e semplificando le proprie infrastrutture tecnologiche in modo tale che le persone, i dispositivi e i dati possano spostarsi senza difficoltà in tutta l’organizzazione.

 

2. Aprire la “porta di ingresso digitale”

Per la sanità è estremamente importante diventare il più intuitiva possibile. Man mano che la consumerizzazione della sanità continua, le aspettative dei pazienti si evolveranno. Oggi, essi vogliono avere la possibilità di mettersi in contatto con il medico senza interrompere le proprie attività quotidiane, tramite i dispositivi di uso comune. Allo stesso tempo, gli operatori sanitari vorrebbero una comunicazione con i pazienti di qualità migliore e più frequente e un maggiore coinvolgimento dei team sanitari.

Mantenere la “porta di ingresso digitale” aperta tramite smartphone, tablet e PC è diventato un requisito fondamentale per offrire un’esperienza di alta qualità ai pazienti. Inoltre, è essenziale offrire applicazioni con interfacce utente semplificate e ottimizzate a cui siamo ormai tutti abituati in altri ambiti della vita, dai social media all’intrattenimento, all’e-commerce e molto altro.

 

3. L’assistenza sanitaria virtuale è il futuro

L’assistenza sanitaria virtuale è diventata prassi comune a causa della pandemia. Hal Wolf, presidente e CEO di HIMSS, ha condiviso con i partecipanti un dato significativo: soltanto lo 0,05% delle visite mediche avveniva da remoto prima della pandemia. Tale cifra ha subito un aumento repentino fino al 14% nel pieno dell’emergenza pandemica e ora è stabile a circa il 7-8%.

L’assistenza sanitaria virtuale è sempre più considerata lo strumento più promettente per colmare le lacune nell’erogazione di servizi sanitari e poter fornire un’assistenza continua che integri le cure di tipo episodico e saltuario. In aggiunta, poiché l’assistenza sanitaria virtuale è utilizzata per teleterapia, telepsichiatria, monitoraggio pre-visita/post-visita e visite specialistiche in loco, questi strumenti potrebbero essere la giusta soluzione che consente agli operatori di prendersi cura interamente del paziente e ottenere migliori risultati.

Questo servizio sta inoltre dimostrando la propria validità soprattutto nell’ambito delle comunità svantaggiate. All’evento HIMSS21, i rappresentanti di Blessing Health System negli Stati Uniti e Teladoc Health hanno mostrato una presentazione di un programma scolastico di telemedicina da loro implementato, in cui la telemedicina basata su video è stata utilizzata per fornire vari tipi di cure come medicina di base e visite di salute comportamentale ai bambini nelle scuole. Proprio come accade in altre aree del mondo, in questa regione rurale esistono sfide relativamente a popolazione, distanza, tempo e accesso all’assistenza sanitaria. I risultati del programma sono stati significativi, con un tasso di partecipazione dell’80% degli studenti, 1-2 assenze alla settimana evitate e un tempo medio di risposta in telemedicina inferiore a 30 minuti.

 

4. Quali sono le caratteristiche di una buona esperienza di telemedicina?

Sebbene l’adozione dell’assistenza sanitaria virtuale e la soddisfazione siano in generale in aumento, permangono determinate barriere tecniche che continuano a ostacolare una vera adozione di massa. Uno studio di Escalent, per conto di Logitech, ha rilevato che in particolare la qualità video resta un problema che impedisce agli operatori di stabilire un senso di immersione e ricreare un’esperienza il più possibile simile a quella di persona.

Audio e video di alta qualità e funzionalità avanzate di panoramica e zoom sono essenziali per effettuare una diagnosi accurata dei pazienti a distanza. In aggiunta, è essenziale che l’hardware per la telemedicina sia semplice da configurare, utilizzare e sottoporre a manutenzione sia per i pazienti sia per il personale medico e i loro team IT per ridurre al minimo le interruzioni e massimizzare l’efficacia. Ciò richiede un alto grado di interoperabilità e integrazione in modo tale che i dispositivi di telemedicina funzionino senza interruzioni su differenti sistemi di cartelle cliniche elettroniche e altre applicazioni e dispositivi medici.

Quando una straordinaria semplicità e una facilità di utilizzo si combinano con funzionalità tecniche all’avanguardia, l’esperienza di assistenza sanitaria virtuale raggiunge un livello superiore ed è equiparabile a una visita di persona.

 

5. Innovazione sotto ogni aspetto

La pandemia ha complicato una situazione già difficile e gli operatori sanitari sono alla ricerca di idee creative e audaci per rendere la sanità più sostenibile. Stanno cercando costantemente di adottare un approccio di sistema per prendersi cura interamente del paziente in tutto il suo percorso. In qualsiasi luogo, dal letto del paziente allo studio medico, gli operatori sanitari stanno ripensando ciò che è possibile fare per un coinvolgimento continuo e senza interruzioni per mettere i pazienti al primo posto, adattando le cure a ciascuno di loro il più possibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Escalent

Recensione del prodotto

Report sulla ricerca di Escalent: approfondimento sull’esperienza di assistenza sanitaria virtuale nel mondo

Escalent, in collaborazione con Logitech, offre uno studio completo sulle opinioni di pazienti e operatori sanitari sulla telemedicina basata su video.

Frost & Sullivan

E-book

E-book: Come supportare una crescita sostenibile nell’assistenza sanitaria virtuale

Dai un’occhiata a questo eBook di Frost & Sullivan per scoprire come la qualità migliorata delle tecnologie di telesalute consentirà all’infrastruttura sanitaria digitale di essere in linea con la domanda dei consumatori.

Medico che utilizza l’attrezzatura per videoconferenze

Articolo

Articolo: Gli effetti del video sulle esperienze dei pazienti e del personale medico

Leggi l’articolo per sapere cosa pensano i pazienti e il personale medico dell’esperienza di telemedicina attuale.

CONNETTITI